Secondo Episodio Web Series!

Annunci

NUOVA SERIE WEB!

Una nuova serie web parte da oggi in esclusiva su Facebook! Per poi essere visibile su Youtube dal nuovo anno. 

Il format “SECRETS” è basato sulla dimostrazione di fenomeni inspiegabili, che vengono realizzati con uno stile “street” e informale, con persone a caso trovate in strada o in luoghi pubblici. Ma quello che differenzia questo format dagli altri, è il fattore emozionale, che spesso viene rappresentato attraverso gli esperimenti che Luca Volpe propone (da lui coniato il termine Emotional Mentalism).
Quindi non solo Luca Volpe sarà in grado di rivelare il numero segreto della carta di credito ad un ignaro passante e il colore del suo abbigliamento intimo, oppure indovinare il nome del primo fidanzato di una ragazza fermata in strada, ma attraverso i suoi esperimenti saranno dati anche dei messaggi emozionali e motivazionali, come ad esempio la dimostrazione su come fare per rimuovere i propri limiti, attraverso alcuni esperimenti che consentiranno alle persone di realizzare cose che fino al quel momento non avrebbero creduto possibili.

La web series sarà da starting point per un prossimo special televisivo.
I mini episodi saranno sette, in onda ogni lunedì sulla pagina ufficiale di facebook: https://www.facebook.com/secretsthewebseries/

Prodotta da Luca Volpe Productions & Do More Handcrafted

secretsweb

TORINO MIND FESTIVAL

Si è concluso il Torino Mind Festival con un grandissimo successo di pubblico e critica. Luca Volpe ha presentato nella prima serata una parte del suo show “SECRETS” e nel gala finale si è esibito presentando un’esperimento basato su i social networks che ha riscontrato notevole successo.

Di seguito riportiamo una recensione di Mariano Tomatis:

Sono stato molto felice di vedere finalmente in azione Luca Volpe, la cui autoironia – unita a un’ottima capacità di gestione della scena e a un’empatia palpabile – mi hanno conquistato. Incentrato sui social network, il numero che ha presentato durante il galà di sabato sera rivela il lodevole sforzo di condurre il mentalismo al di là del “già visto”: il trucco è quello di coinvolgere elementi della vita quotidiana come Facebook, costruendovi routine originali e di immediata accessibilità da parte del pubblico. Osservandolo mi sono chiesto quanti mentalisti si siano resi conto della possibilità disvecchiare effetti magici come i “Living & Dead Test” (diffusi durante le due Guerre Mondiali, quando scoprire lo stato in vita di un congiunto sui campi di battaglia era materia scottante) facendo appello alle moderne piattaforme social: quando i mentalisti lo intuiranno, invece di distinguere i vivi dai morti inizieranno a riconoscere i “like” dai pollici rivolti verso il basso – impressi dietro foto, tweet o post.

Mariano Tomatis

11261407_772369559557268_674108144170557849_n